mercoledì 10 dicembre 2014

GRILLO PRESENTA IL REFERENDUM. SALVINI LO STRONCA: "PRESA IN GIRO"



Il leader leghista: "Si tratta di un referendum consultivo che per altro la Costituzione non prevede, con tempi lunghi ed efficacia zero. Commissioniamo allora un sondaggio".

Gli anti-euro litigano: mentre Beppe Grillo sbarca oggi a Roma per lanciare la raccolta firme per il referendum contro la moneta unica europea, il leghista Matteo Salvini lo stronca: inutile, allora meglio fare un sondaggio.

Missione nella Capitale, oggi, per Beppe Grillo che presenta l'inizio della raccolta firme del M5S per il referendum contro l'euro, previsto per sabato 13 dicembre, giorno di Santa Lucia. Lo annuncia il blog del guru M5S, anticipando anche che la diretta streaming sarà trasmessa sul blog e su La Cosa.

Il referendum di Beppe Grillo per uscire dall'euro è "una perdita di tempo e una presa in giro", attacca il leader della Lega, Matteo Salvini, alla stampa estera. "Si tratta di un referendum consultivo che per altro la Costituzione non prevede, con tempi lunghi ed efficacia zero", ha aggiunto ed ha chiosato: "commissioniamo allora un sondaggio". 

E sul futuro politico della Lega: "Non penso che la Lega farà la fine di Grillo", dice Salvini ricordando che "l'anno scorso ci davano per morti mentre oggi la situazione è cambiata. Noi abbiamo un progetto per l'Italia e per la Ue; M5S, che pure ha preso tanti voti, non ho ancora capito che progetto abbia per l'Italia e per la Ue".

mader