sabato 15 novembre 2014

#MANCULICANI PER GRILLO IN CALABRIA



«Fate uno scatto di curiosità, provate una giunta 5 Stelle! Provateci, magari mettiamo lì due-tre consiglieri, non si tratta di prendersi la Regione» – Più che un appello al voto, quello di Beppe Grillo è un drappo bianco in segno di resa: a una settimana dalle elezioni regionali in Calabria, il leader del Movimento 5 Stelle affida le ultime dichiarazioni a un video in cui chiede ai calabresi di votare il Movimento per evitare di «rimanere lì con mancu li cani».

«Alle Comunali abbiamo scherzato per noi il 2,5% è una enormità. Con le Regionali magari prenderemo il 2,2%». Ma nonostante il tono rassegnato Grillo assicura che «è solo una questione di tempo, ce la faremo anche in Calabria».
 
Come sottolinea oggi Emanuele Buzzi sul Corriere della Sera, Grillo non sarà presente in Calabria durante la prossima tornata elettorale. Ennesimo segnale del fatto che il Movimento 5 Stelle sta mollando il colpo sul Sud Italia? Secondo Nicola Morra non è così, anzi, l’assenza di Grillo è da considerarsi come un test di maturità: «È una sfida che dobbiamo imparare a gestire – dice Morra – È una questione di maturità. Se abbiamo necessità della balia ancora un pochino, dobbiamo crescere». Poi minimizza sul video: «Ha solo usato l’ironia per smuovere i calabresi».

Ma se per Morra la partita in Calabria è ancora aperta, l’onorevole delle Cinque Stelle Sebastiano Barbanti è meno ottimista: «Capisco Beppe, ma ci è mancato e ci mancherà. Un suo giro elettorale sarebbe stato un toccasana». A supplire all’assenza del leader restano quindi i parlamentari del movimento, che cercano di dare una scossa: «Dobbiamo crescere, imparare dagli errori e presentarci pronti per governare tra cinque anni» – dice Max Bugani. La questione, però, restano le regionali in Calabria di domenica prossima.

mader