martedì 4 novembre 2014

ELIMINA UNA TARGA DAL MURO, A PROCESSO SENATORE M5S



Una causa condominiale è costata il rinvio a giudizio al senatore cagliaritano del Movimento 5 Stelle, Roberto Cotti, accusato di aver sottratto una targa dal muro di un palazzo al centro di Cagliari. Il processo è stato fissato per il 18 dicembre, davanti al giudice del Tribunale di Cagliari, Simonetta Macciotta. Il senatore grillino è accusato di furto aggravato.


In realtà i proprietari della targa sottratta dalla parete di un edificio di via Nuoro a Cagliari hanno da tempo ritirato la querela, ma il reato procedibile d'ufficio ha comunque portato all'avvio del processo.


Un appartamento di proprietà di Cotti era stato dato in affitto a una società finanziaria che poi l'aveva subaffittato. Essendo un palazzo storico, le insegne che si potevano mettere erano in ottone, ma era comparsa una targhetta in plexiglas. La scomparsa della targa ha fatto scattare la querela contro ignoti e quando Cotti l'ha riconsegnata ai proprietari il suo nome è finito nel fascicolo. Da qui l'accusa di furto aggravato.

mader