sabato 20 settembre 2014

LA PAPESSA



Il Movimento 5  Stelle ha scelto i suoi candidati per le cariche di governatore dell’Emilia Romagna e della Calabria. Come sempre ha deciso la Rete. Democraticamente. Velocemente. Inequivocabilmente.

In Emilia Romagna, la vincitrice ha preso più del doppio dei voti della seconda. Ben 266 voti. Che sono tantissimi, per me, ma inferiori di un milione 197 mila 523 voti a quelli ottenuti dall’ultimo governatore, Vasco Errani.


Anche in Calabria ha trionfato un candidato con 183 voti, cifra con la quale in un consiglio di quartiere si finisce tra i trombati.


Ricordando i feroci sfottò di Grillo a Renzi, votato alle primarie PD da due milioni di elettori, il miglior commento mi è parso un tweet di TaniuzzaCalabra: “Alle primarie del PD io presi 2700 voti. Con le percentuali del M5S a quest’ora ero Papessa”.


 mader

BONSAI di Sebastiano Messina per la Repubblica