mercoledì 3 settembre 2014

GRILLO E LA BUFALA DEI 40 AGENTI CON LA TUBERCOLOSI




Allarme tubercolosi? Ieri sul blog di Beppe Grillo si è riparlato della denuncia del Consap che riportava la positività di circa 40 agenti al test di Mantoux

Nei sindacati del corpo la problematica (perenne) della protezione e della dotazione degli agenti di polizia ritorna sui tavoli di riunione. «Siamo venuti a conoscenza dei casi – confermano dall’ufficio stampa Siulp – ne parleremo anche stasera

È stata diramata recentemente una circolare dal Dipartimento di pubblica sicurezza e ci risulta che gli agenti adottino tali circolari. 

Certo, sarebbe meglio discutere sulle precauzioni più idonee anche con noi. Non c’è solo la Polizia coinvolta, ma anche altre realtà come i volontari, la Guardia Costiera». 

Dal sindacato si indica legittimo il comunicato emanato dai colleghi di Silp-Cgil che parlano di screening sanitario senza particolari condizioni d’allarme: «I test finora praticati sul personale rientrano tra quelli attesi nella media della popolazione generale: non risultano, ad oggi, operatori ammalati ovvero affetti da patologia attiva». Eppure sull’altro fronte sindacale si parla di numeri potenziali. 

Dei 40 casi denunciati dal Consap solo tre agenti sono in fase di incubazione. «Ringrazio Beppe Grillo e il Movimento 5 stelle per l’attenzione che ci ha voluto dedicare ma il dato è inesatto», spiega a Giornalettismo il segretario Sap Gianni Tonelli che conferma i casi accertati dopo le ulteriori verifiche dopo il test di Mantoux. 
I casi si trovano rispettivamente a Bologna, Ferrara e Terni. «Persone – spiega il segretario – che dovranno comunque subire una cura pesante».

mader

Stefania Carboni per Giornalettismo