giovedì 28 agosto 2014

RENZO BOSSI ACCUSATO DI DANNO ERARIALE PER I “RIMBORSI FACILI”




La Procura della Corte dei conti della Regione Lombardia all'esito di ulteriori indagini dirette dal procuratore regionale Antonio Caruso e dai sostituti Luigi D'Angelo e Alessandro Napoli ed effettuate dalla Guardia di Finanza di Milano ha contestato - si legge in una nota stampa diramata dalla Procura stessa - un danno erariale di oltre 100 mila euro a vari consiglieri regionali del gruppo consiliare Lega Nord ovvero a Renzo Bossi, Jari Colla, Giosuè Frosio e Monica Rizzi e con riguardo ai cosiddetti "rimborsi facili" delle spese da considerarsi del tutto estranee al mandato consiliare e spesso palesemente attinenti a interessi personali del singolo consigliere.
L'indagine fa seguito alle precedenti contestazioni per oltre un milione di euro riferite agli stessi illeciti contabili commessi nell'arco delle consiliature degli anni 2008-2012 e si è' sviluppata in parallelo con i procedimenti penali pendenti presso il Tribunale di Milano.
Tra i destinatari delle imputazioni di responsabilità per danno erariale vi sono, oltre ai singoli consiglieri regionali beneficiari dei rimborsi indebiti, anche i presidenti dei gruppi consiliari, cui è affidato il compito e la responsabilità circa la gestione dei fondi pubblici attribuiti ai gruppi".



mader