venerdì 29 agosto 2014

PICCITTO, SINDACO DI RAGUSA CACCIATO DAL M5S



Federico Piccitto, sindaco di Ragusa è stato espulso dal Movimento 5 Stelle. Piccitto insieme a un folto gruppo di consiglieri comunali risultano espulsi dal meetup locale e non più iscritti.

Piccitto smentisce tale ipotesi nel senso che essendo eletto del Movimento 5 Stelle, così come i consiglieri comunali, rappresentano il movimento più del meetup: "Il meetup - dice Piccitto cercando di ridimensionare la vicenda - è una piattaforma on line a cui si può essere iscritti. E' uno strumento che usiamo per fare rete con i cittadini. Non è di certo la Bibbia. Noi siamo stati eletti dal popolo e siamo il riferimento del Movimento 5 Stelle. Ho la delega all'uso del logo. Non è certo il meetup che stabilisce se io e se i consiglieri siamo o meno del Movimento 5 Stelle. Quello lo può solo dire chi è titolare del logo, cioè Beppe Grillo".


La rimozione avvenuta attraverso una mail inviata agli interessati: "si è deliberato per la rimozione dal meetup di coloro che non hanno saldato il debito delle amministrative 2013”.


La vicenda, dunque, sarebbe sorta intorno a problemi di natura economica e dopo la pressante richiesta del meetup di procedere alla riduzione del 30% del gettone di presenza dei consiglieri comunali, scelta che proprio nelle ultime ore è stata annunciata dal gruppo consiliare, quasi a lanciare un messaggio di distensione proprio al meetup.


Messaggio non recepito visto che, ugualmente, si è provveduto alla rimozione dei consiglieri comunali che non avrebbero ottemperato al pagamento di una quota di 200 euro richiesti per ripianare i debiti elettorali. Una quota che qualche consigliere ha giudicato eccessiva considerato tra l'altro che è stata richiesta solo agli eletti mentre agli attivisti è stato chiesto di contribuire con 10 euro.

mader