martedì 2 dicembre 2014

SQUADRISMO DIGITALE. SEDICENTI GRUPPI GRILLINI ATTACCANO ANTONIO BOCCUZZI



Insulti e minacce di morte, su Facebook, per Antonio Boccuzzi. Sul profilo Facebook 'Noi voteremo il movimento nazionale a cinque stelle di Beppe Grillo', l'ex operaio Thyssenkrupp diventato parlamentare Pd dopo essere scampato al rogo in cui morirono sette suoi colleghi viene preso di mira per aver votato a favore del Jobs Act.
"Alla faccia dei colleghi di lavoro morti!! Li hai uccisi ancora", è uno dei numerosi commenti al post in cui si dà conto del fatto che Boccuzzi ha votato a favore del Jobs Act e dell'eliminazione dell'articolo 18. "Speriamo che i suoi compagni morti gli appaiano in sonno come incubi", dice un altro, mentre un altro ancora si spinge addirittura a sostenere che "doveva morire lui al posto dei suoi colleghi". E ancora: "Tu saresti il primo che dovremmo abbattere"

"Ecco il metodo squadrista e fascista di che quel che resta del Movimento 5 Stelle - è il commento, sempre su Facebook, del senatore Pd Stefano Esposito -. Esprimo tutta la mia solidarietà e amicizia ad Antonio Boccuzzi. Chi ti augura la morte ti allunga la vita".

"All'amico e collega Antonio Boccuzzi va tutta la mia solidarietà" dichiara Alessia Rotta della segreteria del Pd, componente della commissione lavoro della Camera. "Queste persone - continua la parlamentare democratica - altro non sono che dei vigliacchi che pensano di aggredire e ingiuriare liberamente sul web chi ha un pensiero diverso dal loro. Si tratta purtroppo di un metodo violento che conosciamo bene e non consideriamo frutto di una intemperanza momentanea".


mader