mercoledì 10 dicembre 2014

GRILLO: “NON SONO UN DITTATORE”



"Non sono un dittatore: vengo qui tre-quattro volte l'anno e sono impressionato dal clima che c'è qua dentro dove la democrazia e la libertà non esistono più". Così Beppe Grillo in conferenza stampa al Senato. "Voi giornalisti lo sapete bene che cosa è Renzi.. e me lo dite quando venite a parlarmi all'orecchio", ha detto. Sul referendum M5S per l'uscita dell'euro, ribadisce: "Noi andiamo avanti ma chissà che non portiamo avanti un risultato storico, porteremo tre milioni di firme ".

La nomina di un direttorio "è l'inizio di una delega. Loro non hanno rapporti con me, ce li hanno col territorio. E' un esperimento di iper-democrazia questo qua, non vedetela sempre come una cosa calata dall'alto.

Noi facciamo le votazioni su tutto. Se ci sono le espulsioni sono votate, non prendo iniziative io, cerco di fare rispettare le nostre regole". Il Movimento "ha superato la fase scontrino", la ridefinizione del suo ruolo: "Cerco di dare una mano, lo faccio per passione”.

E a chi gli chiede dell'esistenza di una corrente Pizzarotti nel Movimento, Grillo replica: "Più che correnti ci sono degli spifferi".

mader