sabato 29 novembre 2014

DIRETTORIO 5 ESPELLE



Massimo Artini e Paola Pinna potrebbero essere solo i primi parlamentari M5s di una nuova lunga ondata di espulsioni. Una ventina in tutto, secondo  l'Adnkronos, i cartellini rossi che verranno discussi all'assemblea congiunta di mercoledì prossimo. In realtà, la riunione di deputati e senatori dovrà decidere solo se avviare la procedura di espulsione.

Sul banco degli imputati, innanzitutto, i 16 deputati che non hanno rendicontato le spese sul blog di Beppe Grillo. Per loro, lo stesso capo d'imputazione che ha portato all'espulsione di Pinna e Artini. Poi ci sarà da discutere una serie di casi legati al territorio. Dovranno risponderne Dalila Nesci e Nicola Morra, che tuttavia non correrebbero alcun rischio.

Mentre più delicate sembrerebbero le posizioni di Sebastiano Barbanti, Francesco Molinari ed Eleonora Bechis. Anche Riccardo Nuti dovrà rispondere all'assemblea dell'endorsment fatto alle europee per sostenere alcuni aspiranti europarlamentari. Ma anche per lui, considerato un 'falco' del Movimento, l'espulsione sembra altamente improbabile.

La decisione di affrontare la questione delle espulsioni e' stata annunciata ieri durante l'assemblea dei deputati.

Intanto c'e' chi ipotizza gia' un nuovo gruppo: alla Camera i numeri ci sarebbero dal momento che bastano 20 deptutati per fare un gruppo e ai 17 si sommerebbero sicuramente alcuni degli ex che ora si trovano al Misto come Alessio Tacconi e Ivan Catalano. Con 19 deputati, la deroga per avere il gruppo sarebbe quasi scontata. Tra l'arrabbiato e il deluso, i deputati a 'rischio' espulsione scherzano sul nome. "Potrebbe essere 'Movimento del complotto'" scherza una deputata.

mader