venerdì 24 ottobre 2014

PARLA L’EURODEPUTATO IL DEPUTATO POLACCO ALLEATO DI GRILLO



Dopo aver salvato l’eurogruppo di Grillo e Farage, il polacco Robert Iwaszkiewicz, del partito di estrema destra Knp, intervistato ai microfoni de Il Fatto Quotidiano non smentisce le dichiarazioni imputategli sulla violenza alle donne e il fatto che il suo partito è favorevole alla reintroduzione della pena di morte.
“Il mio è un partito liberista economicamente, ma conservatore socialmente”. “E ognuno conserva le proprie idee personali”. Con il Movimento 5 Stelle dice: “Lavoreremo contro l’Unione europea e contro le ingerenze di Bruxelles nelle politiche nazionali”.

Lo scorso 31 maggio intervistato dalla Gazeta Wroclawska affermò che “picchiare la moglie in certi casi la aiuterebbe a tornare con i piedi per terra”. E che “non è giusto che lo stato dica come dobbiamo educare i figli, se gli dò un ceffone rischio di andare in galera, invece rafforzerebbe il loro carattere e permetterebbe loro di affrontare meglio le situazioni di crisi”.

Inoltre nell’intervista il polacco difendeva il leader del partito, Janusz Korwin-Mikke, negando che fosse un negazionista dell’Olocausto: “Ha semplicemente detto che non ci sono prove che Hitler ne fosse a conoscenza e se fosse rimasto vivo sarebbe stato difficile provare che lo fosse”.


mader