venerdì 24 ottobre 2014

BONSAI: IL VIRUS REBOLA



di Sebastiano Messina

Il rischio di un contatto con Pd, per discutere i nomi per la Consulta e il Csm, ha fatto scattare l’allarme trai grillini: temono di essere contagiati dal virus del potere, il famigerato Rebola.

Non bisogna farsi prendere dal panico: basta rispettare alcune semplici regole.

È importante sapere, innanzitutto, che infondata la credenza che basti una semplice telefonata di essere infettati.

Saggio, invece, rimanere ad almeno tre metri di distanza dal portatore di Rebola.

Se si rendesse necessario avvicinarlo, indossare guanti monouso, mascherina e visiera (ma anche una tuta ermetica con lo scafandro va bene).

Infine, nella sciagurata eventualità di un contatto diretto – una stretta di mano, ad esempio – farsi subito una doccia con l’alcool, entrare in quarantena e farsi visitare immediatamente dal primario di infettivologia politica, il professor Casaleggio.

mader

la Repubblica