giovedì 7 agosto 2014

ANTONIO RAZZI E LA RIFORMA DEL SENATO: “RESISTIAMO, TRA UN ANNO SCATTA IL VITALIZIO”



Antonio Razzi si confida con un collega in merito alla riforma del Senato.


Riforma che, nonostante le attestazioni di lealtà assoluta nei confronti del suo leader, Silvio Berlusconi, sembra non condividere per nulla.

Ma non esprime il proprio dissenso adducendo motivazioni politiche, bensì è la preoccupazione per il suo futuro ad angosciarlo.

"Io se c'ho 63 anni, giustamente dove vado a lavorare? In Italia non ho mai lavorato. Io penso anche ai cazzi miei, devo pensare ai cazzi miei. Qui tutti pensano ai cazzi nostri, intanto ti si i…….lano senza vaselina".

E conclude "Dobbiamo resistere, tra meno di un anno scatta il vitalizio".

 
mader